Coronavirus, la predica di Adriano Celentano ai giovani: "Ammucchiarsi è una follia"

"Oggi ho 82 anni e voi, per l’età che ho, dovreste portarmi in braccio e accarezzarmi come si fa con i bambini piccoli perché solo accarezzando me, riuscirete a schivare le colossali stronzate che dicono i negazionisti", inizia così la lunga lettera - sotto forma di video - che Adriano Celentano ha affidato al suo profilo Instagram. Un appello a "quei giovani che, senza mascherina, per eseibire una prova di forza, a dir poco insensata" si radunano "in pericolose ammucchiate senza un minimo di distanza, respirandosi addosso qualsiasi cosa". "Questo - chiarisce il cantante - non è coraggio, è follia". Una vera e propria predica quella di Celentano, che si conclude con un invito a rispettare le regole indicate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e con un messaggio di speranza: "Mi fido di voi".

Gli altri video di Spettacoli