Cannes, Laura Samani alla Semaine: "Il mio Piccolo corpo, viaggio di emancipazione e miracolo d’amore"

Piccolo Corpo, il film di debutto di Laura Samani alla Semaine de la critique è una coproduzione Italia-Francia-Slovenia. E’ la storia di una giovane madre che partorisce una bimba morta. Per evitarle il purgatorio decide di compiere un viaggio, sulle spalle la cassa con il piccolo corpo, per trovare alcune donne in grado di far rivivere i morti per il tempo di un respiro, in modo da poterli battezzare. “Sono venuta a conoscenza di santuari molto particolari dove alcune donne compievano una sorta di miracolo che durasse giusto il tempo di un respiro, qualcosa che ha a che fare con la religione ma anche la stregoneria. Nel periodo della Controriforma esistevano lungo tutto l'arco alpino, erano 270, ma la storia non se ne ricorda. Dove abbiamo girato nella Carnia in provincia di Udine al confine con l'Austria, dove un eremo esiste ancora oggi, con una funzione diversa.
 
L’intervista di Arianna Finos, montaggio di Rocco Giurato.

Gli altri video di Spettacoli