Roma, Gualtieri e Calenda contro le "candidature di no-vax e antisemiti". Michetti non risponde e poi lascia l'incontro

Continua il dibattito sulle candidature nelle liste di centro-destra a sostegno di Enrico Michetti sindaco di Roma. I candidati Roberto Gualtieri e Carlo Calenda hanno attaccato Michetti a margine del confronto tra candidati organizzato dalla Fit-Cisl. "Trovo gravissimo che ci siano candidati di estrema destra, no-vax e antisemiti - ha affermato l'esponente del Pd - E' inaccettabile, la candidata Benvenuto dovrebbe ritirarsi immediatamente, così come grave è il sostegno di Casa Pound. Sarebbe il caso che Michetti prenda le distanze". "In un Paese normale gente che inneggia al nazismo, antisemita e no-vax non può essere candidata - ha aggiunto Calenda - Anche per gli elettori di centrodestra dovrebbe essere un motivo per non votarli". Interpellato dai cronisti su Francesca Benevento, la candidata al centro della polemica per i suoi post sulla campagna vaccinale e il ministro Speranza, Michetti non ha voluto rispondere. Il candidato di centrodestra, inoltre, non è intervenuto al convegno del sindacato, lasciando la sala poco prima della conclusione del discorso di Gualtieri. Michetti ha spiegato di aver dovuto abbandonare l'incontro perché atteso da una rappresentanza di lavoratori Atac

di Luca Pellegrini

Gli altri video di Politica