Csm, l'avvocato di Storari: "Davigo era titolato a ricevere quegli atti"

"Perché non ci fu trasmissione ufficiale e formale di quegli atti al Csm? Per questione di tatto istituzionale direi, data  la delicatezza di quelle indagini". Così l’avvocato Paolo Della Sala, che ha assistito oggi il pm Paolo Storari nell’interrogatorio dinanzi al procuratore di Roma Michele Prestipino e ai suoi sostituti, risponde su alcuni elementi dell’inchiesta in corso a piazzale Clodio. L’interrogatorio è durato poco meno  di tre ore e si è svolto negli uffici della Procura Generale presso la Corte di Cassazione . "Non entro assolutamente nel merito dell’interrogatorio", sottolinea più volte Della Sala. Ma non si è sottratto alle domande su eventuali profili disciplinari. "Sarà trasferito? Non compete a noi. Non credo comunque , il dottor Storari è, come tanti suoi colleghi, un magistrato la cui stanza ha la luce accesa fino a tardi.  Un serio lavoratore, molto stimato tanti suoi colleghi". 
Video intervista di Conchita Sannino
A cura di Anna Laura De Rosa

Gli altri video di Politica