Expo2020 Dubai, nel padiglione di Israele. Il portavoce: "Un sogno l'invito in un Paese arabo"

Presentato ai media il Padiglione Israele in Expo2020 Dubai: una tenda aperta che rievoca l’idea di accoglienza delle culture più diverse, di crocevia di usanze e tradizioni millenarie. Color sabbia il pavimento, come il deserto che unisce i Paesi in Medio Oriente ed in alto la parola “Verso il domani” in una crasi, il linguaggio Aravrit, che è un misto tra arabo ed ebraico.
 
“Oggi siete parte della Storia - ha sottolineato Menachem Gantz, portavoce del Padiglione - Chi avrebbe immaginato fino a poco tempo fa che un giorno Israele sarebbe stato invitato in una esposizione così importante proprio perché avviene in un Paese arabo”. “Le differenze sono la nostra forza”, è il motto della madrina virtuale che guida i visitatori nella sala sensoriale di suoni ed immagini vibranti accompagnate dalla splendida musica di Tom Cohen e la Jerusalem East and West Orchestra
 
di Benedetta Paravia
montaggio Marzia Morrone

Gli altri video di Mondo