Turisti americani a Cagliari respinti in aeroporto: "Regole cambiate mentre eravamo in volo"

Cagliari. Si è conclusa con il ritorno negli Stati Uniti la vicenda dei turisti americani giunti all'aeroporto di Cagliari dal Colorado con un aereo privato alcuni per una vacanza, altri per lavoro. In una giornata convulsa di telefonate, interviste, accertamenti burocratici il gruppo, nel quale c'era anche una giovane donna oristanese, Federica Fanari, residente da tempo negli Usa, alla fine si è dovuto separare e la discriminante a quanto pare sono stati i passaporti: chi aveva passaporto statunitense è tornato negli Usa, chi lo aveva italiano o tedesco, come uno dei passeggeri, è potuto sbarcare e raggiungere la villetta al mare nella quale loro sapevano già di dover stare in quarantena fiduciaria. I turisti hanno sottolineato l'incongruenza: erano tutte persone che avevano viaggiato assieme quindi accettarne alcuni e altri no è apparso un arbitrio. I turisti hanno sottolineato di essere partiti con tutte le autorizzazioni necessarie e che evidentemente le regole sono cambiate mentre loro erano in volo
(video di Mario Rosas)

L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale