Sassari violenta, commerciante nel mirino della baby gang: «Mi minacciano ancora perché non do loro da bere»

SASSARI. «Sabato sera prima dell'aggressione a quel ragazzo sono tornati da me e mi hanno minacciato per l'ennesima volta. Alcuni di loro sono entrati nel mio negozio e hanno gettato per strada alcune confezioni di merendine prese dagli scaffali. E tutto questo perché ho smesso di dar loro da bere alcolici». Abdul Subhen, il commerciante bengalese di via al Carmine, aggredito due sabati fa per aver negato una bottiglietta di Campari a una ragazzina di 14 anni, è tornato nel mirino della baby gang che da mesi imperversa nella zona di largo Cavallotti, ma non ha paura di raccontare quello che sta subendo da giorni.«Passano qui davanti - racconta il commerciante straniero - e mi insultano. Mi chiamano per nome e mi chiedono di uscire in strada con aria di sfida. Mi dicono parolacce e che me la faranno pagare, ma io non ho fatto niente di male, non capisco perché se la prendano con me» (a cura di Luca Fiori)

Gli altri video di Cronaca locale