Sassari, sit-in di protesta dei lavoratori ambientali del Comune

SASSARI. Sit-in di protesta questa mattina, giovedì 19, di fronte a Palazzo Ducale, organizzato dalla Fp Cgil a sostegno della vertenza dei lavoratori ambientali del Comune, oltre 210 che dal primo dicembre saranno impiegati in “Gretas”, il nuovo maxi appalto di sei anni e sei masi (da 132 milioni) vinto da un raggruppamento temporaneo di imprese (unico partecipante al bando) che unisce Ambiente Italia (la joint venture tra Econord e Gesenu), la stessa Gesenu e la cesenate Formula Ambiente, tutte protagoniste della passata gestione, anche se con assetti diversi. La Cgil protesta per lo spacchettamento dei lavoratori nelle varie imprese aggiudicatarie dell'appalto. Ma anche per la gestione degli spogliatoi in emergenza Covid e il mancato pagamento dell’indennità di lavaggio degli indumenti da novembre 2019. Temi su cui è stato impossibile – denuncia il sindacato – avviare un confronto formale o informale con Ambiente Italia. E su cui è totalmente mancata la mediazione di sindaco e giunta, che pure sono l’ente appaltante del servizio. Motivo per cui la sede scelta per la protesta è Palazzo Ducale, e lo slogan creato per rappresentarla è “Non vedo, non sento, non parlo”. (a cura di Giovanni Bua - video Mauro Chessa)

Gli altri video di Cronaca locale