Mamoiada, il Covid non ferma il carnevale: la prima uscita dei mamuthones

MAMOIADA. Quella contro il coronavirus è una guerra logorante con un bollettino di morti e contagi che si fa più pesante giorno dopo giorno ma che non riesce a piegare tradizioni che nell'isola sono radicate e antichissime. Il carnevale è una di queste, con le sue maschere, i sui riti le sue sfilate a metà strada tra il sacro e il profano. Un'anteprima di quello che sarà per i prossimi quaranta giorni si è vissuta ieri, domenica 17, con i falò in onore di Sant'Antonio, in diversi paesi, soprattutto nell'interno. A Mamoiada sono scesi in strada i mamuthones per una una sfilata lampo. Sicuramente la più veloce di sempre. Dieci minuti in tutto dalla sede di via Manno dell'associazione culturale Beccoi Atzei per raggiungere, a passo di danza con il sordo risuonare dei campanacci, il sagrato della chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Nemmeno cento metri per compiere il rito e tornare a cambiarsi. (testo a cura di Luca Urgu e Tore Cossu) (Il video è del regista e videomaker Alberto Malizia)

Gli altri video di Cronaca locale