La prima Pietra d'inciampo a Sassari: in piazza d'Italia per Zaira Coen Righi morta ad Auschwitz

Sassari. Qui abitava Zaira Coen Righi. Insegnante di Scienze al liceo Azuni, aveva costruito la sua vita a Sassari perché sposa del medico Italo Righi. Era ebrea, finì i suoi giorni nel campo di concentramento di Auschwitz. Ieri 26 gennaio, Sassari ha voluto onorare il Giorno della Memoria con la prima Pietra d'inciampo nella città, incastonata nel granito di piazza d'Italia, davanti a palazzo Righi. L'iniziativa di inserire una targa sulla pietra, in ricordo di ogni ebreo vittima dell'Olocausto nel luogo in cui visse, è stata ideata nel 1992 dall'artista tedesco Gunter Demnig. Finora in Europa sono state collocate 71mila Pietre d'inciampo.
(video di Ivan Nuvoli)

L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale