Carbonia, i carabinieri controllano tre campi nomadi

CARBONIA. Nella mattinata di oggi 13 febbraio, i carabinieri della Compagnia di Carbonia, con la collaborazione di una unità cinofila antidroga e di un elicottero dell’11° Nec di Elmas, hanno effettuato con il sorvolo un servizio straordinario finalizzato al controllo dei campi nomadi, autorizzati e non, presenti nella cittadina. Nello specifico, sono state effettuate verifiche nelle tre aree di insediamento cittadine, situate in località Sirai, in via Ospedale ed a Caput Aquas, dove dimorano complessivamente circa 106 nomadi di diversa etnia. L’operazione è scattata alle ore 7 di questa mattina. I primi ad essere controllati simultaneamente sono stati i due insediamenti più vicini alla cittadina, quello autorizzato, collocato tra via del Minatore e via Ospedale dove alloggiano i nomadi di etnia bosniaca, e quello non autorizzato, situato in zona Sirai, dove sono state identificati gruppi familiari per lo più di origine serba. Tra questi ultimi, alcuni sono destinatari di reddito di cittadinanza. Le verifiche hanno però riguardato la regolarità di roulotte, autovetture e più in generale lo stato di degrado, le condizioni di compromissione delle aree nonché le condizioni abitative dei medesimi, sottoponendo a particolare osservazione le baracche di legno e lamiera dove espletano le loro principali attività quotidiane. Infine, il controllo è stato esteso in località Caput Aquas, dove alcune famiglie di apolidi hanno occupato uno stabile di proprietà delle ferrovie dello stato. L’obiettivo delle verifiche effettuate è quello di appurare la lecita provenienza dei beni mobili individuati nelle rispettive aree nonché accertare l’eventuale presenza di provvedimenti a carico dei soggetti che vivono in questi insediamenti o che vi si trovino in transito. Complessivamente sono stati identificati circa 70 rom. Nel corso delle attività, infatti, i carabinieri hanno acquisito elementi suscettibili di ulteriori approfondimenti in relazione allo scopo del servizio, in queste ore al vaglio dei militari.(luciano onnis)

Gli altri video di Cronaca locale