Attentato al Circolo Sassarese, telecamere decisive per incastrare il piromane

SASSARI. Un danno economico che si aggira intorno ai diecimila euro e la speranza di poter tentare un difficile restauro almeno della parte superiore dell'antico portale in castagno. Il giorno dopo l'attentato incendiario davanti al maestoso portone d'ingesso del Palazzo Quesada di San Sebastiano, sede del Circolo Sassarese, sono comparse due lastre d'acciaio protezione di ciò che le fiamme hanno risparmiato.Ieri mattina alcuni dei proprietari dell'edificio costruito nella prima metà del XIX secolo sono tornati in via Mercato per tentare di fare una conta dei danni, dopo aver presentato la denuncia in questura. A guardia della sede del Circolo Sassarese è comparso un addetto alla sicurezza. Diversi passanti si sono fermati per commentare un gesto che nessuno tra i soci del circolo riesce a spiegarsi. «Non abbiamo nemici - commenta lapidario il presidente Paolo Spano - non era mai accaduto un fatto così grave. Non sappiamo darci una risposta, siamo solo molto addolorati ».L'unica cosa certa al momento è che le indagini affidate agli investigatori della squadra mobile potrebbero indirizzarsi molto presto verso la pista giusta, grazie alle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. (a cura di Luca Fiori - video Ivan Nuvoli)

Gli altri video di Cronaca locale