Asinello con le zampe incatenate tra Pozzomaggiore e Padria: salvato da motociclisti in escursione

Sassari. Si è trascinato a fatica fino alla stradina, come se volesse disperatamente chiedere aiuto. E i motociclisti impegnati in una escursione tra Pozzomaggiore e Padria se lo sono trovati davanti all’improvviso. Grande è stata la sorpresa quando il gruppo di “Sardegna fuori traccia” - impegnato in una escursione con turisti liguri - si è reso conto che l’asinello aveva le zampe anteriori bloccate con una catena chiusa con dei bulloni saldati. Impossibile, quindi, riuscire a liberare l’animale senza avere a disposizione gli arnesi necessari. «Abbiamo informato la Forestale e i carabinieri – racconta Antonio Tolu di Sardegna fuori traccia – e segnalato la nostra posizione con il gps. Poi è cominciata l’attesa». L’asinello si trovava su una stradina interna, di quelle in cemento, e a un certo punto, considerate le sofferenze dell’animale, alcuni escursionisti hanno deciso di raggiungere Pozzomaggiore dove in un ferramenta hanno acquistato una tronchesa che è servita per tagliare la catena e restituire la libertà all’animale.

«L’asinello era molto spaventato, ma ha capito che nessuno voleva fargli del male e si è tranquillizzato. Noi dopo un paio d’ore siamo andati via e abbiamo ripreso il tour – ha concluso Tolu – speriamo che per lui d’ora in poi vada meglio e che non venga nuovamente incatenato».
(a cura di Gianni Bazzoni)

Gli altri video di Cronaca locale