Armi e reperti nuragici in casa, un arresto a Benetutti

BENETUTTI. Aveva in casa armi da fuoco clandestine e reperti di interesse archeologico, verosimilmente di età nuragica. Per questo motivo un trentottenne di Benetutti è stato arresato dai carabinieri della Compagnia di Bono, con il supporto di personale dello Squadrone Carabinieri Cacciatori di Sardegna di Abbasanta e accompagnato nel carcere di Nuoro. Durante la perqusizione all’interno di un abitazione disabitata del centro storico di Benetutti - che venica utilizzata dal 38enne - alla quale hanno partecipato anche le unità cinofile, sono stati sequestrati due fucili calibro 12 con matricole abrase e una pistola scacciacani, tipo rivoltella, opportunamente modificata per renderla offensiva, riposti dentro alcune borse ben occultate in mezzo a cianfrusaglie e oggetti da buttare. Nella stessa abitazione, avvolti dentro una busta di plastica, sono stati ritrovati dei manufatti in pietra lavorata, risalenti verosimilmente all’epoca nuragica che personale della Soprintendenza Archeologica di Sassari e Nuoro ha definito di interesse storico – archeologico. Le armi sequestrate saranno sottoposte ad esami di laboratorio da parte dei Ris di Cagliari, mentre i reperti archeologici saranno affidati agli esperti della Soprintendenza.

Gli altri video di Cronaca locale