Alta formazione artistica e musicale, Bisaccia: «Un tavolo per ricostruire l'immagine delle nostre istituzioni»

SASSARI. È arrivata la prima riunione che dà seguito al decreto – da parte del ministro dell'Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi– che istituisce il Tavolo Permanente Afam. Il 25 novembre 2020 è stato il momento per il primo incontro del tavolo permanente dell'Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM). Accademie e Conservatori del Paese potranno così contribuire ancor più fattivamente allo sviluppo del riconosciuto nation branding italiano, anche in considerazione del bando da 700 milioni sui Progetti di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) appena varato. "Abbiamo fatto un passo importante con la prima riunione. Il ministero ha deciso di conoscere meglio, analizzare e soprattutto trovare le giuste risposte che siano indirizzate alla formazione artistica, musicale e coreutica – dice il direttore dell’Accademia di Belle Arti "Sironi" di Sassari, Antonio Bisaccia- al punto che il tavolo potrà in questo senso formulare proposte al Ministro con l'obiettivo di migliorare l'efficienza e la qualità del settore. Si tratta, in sintesi, di un passaggio di assoluta importanza e epocale per una nuova visione dell'alta formazione artistica”.

Gli altri video di Cronaca locale