Roma, la protesta dei navigator: "Ci avete voluto e formato con i soldi pubblici e adesso ci buttate via"

Sono venuti in tanti a Roma, tra il ministero dello Sviluppo economico e quello del Lavoro, a protestare in rappresentanza dei 2500 navigator che a fine anno vedranno scadere il loro contratto con Anpal Servizi spa senza che in manovra sia prevista una proroga dei rapporti di lavoro. Hanno portato anche della sabbia e delle barchette di carta, perché, ironizzando visto anche il loro nome, "noi siamo come una nave che è rimasta impantanata sulla terra e che le istituzioni non hanno voluto spingere a largo". Hanno vinto un concorso pubblico, sono stati formati con soldi pubblici e ora vengono lasciati a casa: "E' un danno erariale", ripetono a gran voce.

Video di Camilla Romana Bruno

Gli altri video di Cronaca