Palermo, la testimonianza di Lillo, sopravvissuto ai campi di prigionia tedeschi

La storia di Calogero Casuccio, classe 1921, deportato, dopo l’armistizio dell’8 settembre, in Austria, Germania e Polonia. Un lungo periodo di stenti, di fame e di freddo che Casuccio, per tutti Lillo, ricorda con lucidità e dolore e che continua a raccontare agli studenti delle scuole per non dimenticare la tragedia della guerra.

Di Paola Pottino

Gli altri video di Cronaca