Napoli, memoria: ecco le 9 pietre d'inciampo per le vittime della Shoah

Da oggi Napoli ha le sue pietre di inciampo. Nove, installate in piazza Bovio, all'altezza del civico 33, per ricordare le vittime napoletane dell'Olocausto: Amedeo Procaccia, Iole Benedetti, Aldo Procaccia, Milena Modigliani, Paolo Procaccia, Loris Pacifici, Elda Procaccia, Luciana Pacifici, Sergio Oreste Molco. Tutti membri della comunità ebraica di Napoli, costretti ad abbandonare le proprie case al momento della promulgazione delle leggi razziali per cercare rifugio altrove. Tutti arrestati e deportati, con un treno del gennaio 1944, ad Auschwitz, dove hanno trovato la morte. Una iniziativa che ha visto, però, una dura presa di posizione da parte della Comunità ebraica di Napoli, che ha disertato la giornata in polemica con la presenza del neo assessore Eleonora de Majo. Le accuse alla De Majo muovono da un post su Facebook, datato 2016, della de Majo, all'epoca consigliere comunale in quota Dema, militante del centro sociale Insurgencia. In quel post finito sotto accusa, de Majo attaccava Netanyahu e "le politiche di apartheid del governo israeliano".
 
Riccardo Siano

Gli altri video di Cronaca