Motoscafo in fiamme a Policastro, ormeggiatore ustionato trasferito a Napoli

SANTA MARINA. Il fumo nero, l’esplosione del serbatoio, l’imbarcazione avvolta dal fuoco. E un giovane ormeggiatore che rimane ferito nel tentativo di spegnere le fiamme e che riesce a salvarsi gettandosi in mare. È accaduto nella tarda mattinata di ieri, nel porto di Policastro Bussentino, nel comune di Santa Marina. L’imbarcazione di 6 metri e mezzo, di proprietà di una famiglia di Potenza, è andata completamente distrutta dalle fiamme. Sul posto è intervenuta una squadra del distaccamento dei vigili del fuoco di Policastro e un’ambulanza del 118. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto l’ormeggiatore, che ha riportato delle ustioni, avrebbe tentato di spegnere le fiamme ma, sopraffatto dal fuoco sarebbe stato costretto a gettarsi in acqua. Immediatamente soccorso è stato trasportato in ambulanza presso l’ospedale dell’Immacolata di Sapri e nella tarda serata di ieri trasferito al Cardarelli di Napoli. Complicate le operazioni di spegnimento nonostante l’arrivo tempestivo dei vigili del fuoco. L’imbarcazione è andata completamente distrutta. Senza contare lo spavento dei presenti e lo scompiglio provocato per almeno un paio d'ore tra i turisti nelle spiagge della zona. Per un attimo si è temuto il peggio in quanto la barca conteneva anche due bombole di gas, con evidente pericolo di esplosione. Intanto la Capitaneria di Porto ha avviato l'inchiesta amministrativa per cercare di capire la dinamica dell'incidente.
Vincenzo Rubano

Gli altri video di Cronaca