Milazzo, le telecamere incastrano l'assassino del pensionato

Per tre mesi è stato un giallo. Quel cadavere carbonizzato ritrovato il 29 luglio in una discarica abusiva sembrava non avere un nome. Nessuno aveva presentato denuncia di scomparsa. Gli unici indizi attorno a un uomo ucciso con undici coltellate erano un cappellino, un portafogli con un euro e tre mazzi di chiavi. Stanotte, i carabinieri del comando provinciale di Messina hanno arrestato il presunto assassino di Giovanni Salmeri, un pensionato di 73 anni che il giorno del delitto era andato a ritirare la pensione, 650 euro: Ettore Rossitto, un pregiudicato di 56 anni, lo aveva avvicinato con la scusa di un passaggio. Ora, è accusato dalla procura di Barcellona Pozzo di Gotto di omicidio premeditato e distruzione di cadavere. Ad accusarlo sono le immagini tratte da alcune telecamere disseminate in città. I carabinieri del nucleo investigativo di Messina e i colleghi della Compagnia di Milazzo hanno esaminato più di diecimila ore di registrazione. (di Salvo Palazzolo)
 

Gli altri video di Cronaca