Lite tra rider sfocia in tentato omicidio: il video dell'aggressione

Aveva diritto di prendere quell'ordine ma il collega non riusciva a mandare giù che dal centro della città quel collega si fosse allontanato fino al quartiere di Miano, dove, era la sua tesi, avrebbero dovuto lavorare solo quelli della zona. E' stato questo il motivo scatenante di una violenta lite sfociata in accoltellamento che ha visto vittima un rider, un episodio avvenuto a Miano la scorsa primavera. Oggi la Squadra Mobile della Questura di Napoli, al termine di indagini durate diversi mesi, ha notificato a un un collega della vittima, un rider di 30 anni, una misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip su richiesta del sostituto procuratore Enrica Parascandolo e del procuratore aggiunto Sergio Ferrigno che contestano all'indagato il reato di tentato omicidio. A far scattare le indagini è stato il fiuto degli investigatori, riusciti a mettere in relazione due episodi che, quella sera di marzo, non sembravano legati tra loro: la denuncia di furto di uno scooter presentata da un rider e l'arrivo in ospedale di un altro rider, gravemente ferito da alcuni fendenti.

Gli altri video di Cronaca