Esami di maturità, Azzolina: "Si parte il 17 giugno: niente scritto, solo colloquio in presenza"

"Gli esami di stato inizieranno il 17 giugno, non ci saranno prove scritte, ci sarà un colloquio orale di una durata massima di un'ora". Così la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha spiegato nel corso di una videoconferenza stampa come funzioneranno gli esami di maturità nella fase due dell’emergenza Coronavirus. "La prima fase del colloquio - ha aggiunto - prevede la discussione di un elaborato su discipline di indirizzo; la seconda una discussione su un testo di italiano, e poi ci sono materiali che verranno assegnati agli studenti. I commissari saranno interni, lo studente spiegherà le conoscenze di cittadinanza e Costituzione e delle esperienze scuole-lavoro. Mi piacerebbe che gli studenti potessero parlare di come hanno vissuto questo momento di coronavirus. Tutti verranno ammessi con un credito pari a 60 mente gli esami orali potranno valere fino a 40 crediti".

 

A cura di Cristina Pantaleoni

Gli altri video di Cronaca