Bari, centri per minori a rischio chiusura: "Da noi centinaia di bambini in difficoltà, ma siamo stati dimenticati"

“I ragazzi che frequentano il centro vengono da situazioni familiari molto difficili, di povertà a tutti i livelli: venire qui significa trovare famiglia, casa, un’alternativa alla strada, una prospettiva di futuro migliore di quella che hanno. Nonostante questo, siamo a rischio chiusura”. A parlare è suor Mariangela Ferrari, responsabile del centro Volto Santo delle suore francescane alcantarine, a Carbonara. Questo, così come gli altri dodici centri socio educativi diurni per minori di Bari (ma la situazione si estende a tutta la regione), che accolgono più di 500 ragazzi e ragazze, rischiano di chiudere definitivamente le porte a causa della mancanza di fondi. Dall’apertura a settembre, i finanziamenti regionali non sono ancora arrivati. “Quest’anno i ritardi accumulati ci hanno portato allo stremo - raccontano dall’associazione Acsemi, che riunisce i centri baresi - da mesi ormai, privati dei finanziamenti dovuti, molti centri diurni non riescono più a pagare i dipendenti né ad assolvere il pagamento delle utenze”
 
di Gennaro Totorizzo

Gli altri video di Cronaca